Come scegliere il giusto software

La domanda che spesso molti mi pongono è come faccio a scegliere il giusto software? La risposta non è semplice e soprattutto non è univoca. Infatti per scegliere il giusto software è necessario avere padronanza di quello che cerchiamo. Per questo voglio darvi alcune dritte su come scegliere il software corretto.

Teoria e Pratica

Spesso quando parliamo con gli “specialisti della vendita” ci troviamo di fronte a grandi teorici che ci diranno che il loro prodotto è il migliore e che fa tutto quello di cui abbiamo bisogno. Poi però arriva l’applicazione pratica e ci si accorge di quanto il prodotto sia differente da quello che volevamo acquistare.

Per questo serve una corretta analisi sul campo per scoprire quali sono le reali necessità e le capacità di chi lo deve utilizzare. 

Infatti possiamo anche avere un software da un milione di dollari, ma se chi lo deve utilizzare lo utilizza come un semplice blocco notes il nostro investimento è stato sbagliato.

Confrontare Prodotti Simili

Nella scelta di un software è opportuno confrontare  prodotti simili per capire cosa ci può offrire il mercato (magari testando le demo che offrono). 
Spesso infatti il mercato del software offre diverse soluzioni simili ma che possono affrontare diversamente una problematica.

Chiedere sempre una demo del prodotto scelto, soprattutto se parliamo di un software gestionale in quanto dalla demo potremo capire la complessità del prodotto scelto.

Grande o Piccola Software House

Questo è uno dei grandi dilemmi da affrontare nella scelta di un software. 

La risposta corretta su quale delle due scelte è la migliore non esiste, o come avrebbe detto il mio professore “Dipende”.

Infatti se da un lato la piccola software house ci potrà cucire l’abito addosso seguendo alla lettera tutte le nostre richieste, la grande ci potrebbe dare un software sicuramente più testato e con magari meno bachi.

Personalizzazione SI o NO?

Altro dilemma da affrontare nella scelta di un software sono le personalizzazioni. Spesso infatti gli utenti sono restii al cambiamento e vorrebbero che il nuovo software sia una copia rinnovata del vecchio. Questa scelta però può diventare deleteria in quanto andare a metter mano su un software che funziona può portare instabilità in un software funzionante.

Per questo se devo dare una risposta a questa domanda, dico NO. Meglio che sia l’utente ad adattarsi al nuovo prodotto. 

La formazione

Spesso la formazione fatta non ha presa sugli utenti, quindi non ha senso investire giornate e giornate in formazione ma è forse meglio investire le risorse in affiancamento durante la partenza.

Perchè non serve una formazione lunga? Perchè l’utente non troverà mai i suoi dati e i suoi automatismi durante le sessioni formative e quindi la prima volta che dovrà compiere un’operazione non si ricorderà nulla di quanto ha visto durante la formazione.

Conclusioni

Non esiste una regola certa per scegliere il vostro software giusto, esiste però una linea guida da seguire per non sbagliare il prodotto. Ovvero valutare sempre le variabili sopra proposte prima di effettuare la scelta. Un software sbagliato può costare soldi e tempo alla nostra azienda.

 

Attrezzatura per realizzare video amatoriali

A volte per realizzare un video amatoriale basta davvero poco, per iniziare a realizzare il nostro primo video potrebbe bastarci un buon smartphone con una buona fotocamera.

Nel mio caso essendo un appassionato di Apple la scelta è caduta su Iphone 11 256GB.

La memoria è importante

La scelta dello smartphone deve essere ponderata, infatti per realizzare video avremo necessità di spazio sul nostro device. Giusto per darvi un’idea un minuto in 4K può richiedere circa 375MB.

Quindi se non vogliamo correre il rischio di esser senza spazio sul nostro smartphone è importante che abbia molti Giga di spazio. 

Stabilizzare il video

I videomaker professionisti per stabilizzare i video usano il Gimbal sulle reflex per stabilizzare le immagini ed evitare il mosso durante il video in movimento. Per gli smartphone esiste lo stesso prodotto  che permette di stabilizzare il nostro video e realizzare video fluidi.

Il Gimbal alla portata di tutti

Dji Osmo Mobile 3 : direi che  è il miglior prodotto per rapporto qualità prezzo. Parliamo di un Gimbal pratico, compatto e di facile utilizzo che permette una buona stabilità video.

Osmo Mobile 3 è il prodotto ideale per chi vuole fare del proprio telefonino la propria videocamera, sia esso uno Youtuber o un Blogger.

 

Come montare il video realizzato

Dopo aver realizzato il nostro video l’ultimo passo da compiere è montare il video, il prodotto giusto per il montaggio lo offre Apple con Imovie che permette sia il taglia/incolla che l’aggiunta di transizioni ed effetti.

Imovie permette anche di inserire una traccia audio e stabilizzare il video.