Catturare l’attimo

Catturare l’attimo rappresenta l’emblema della fotografia. Infatti qualsiasi sia lo strumento con cui scatteremo la nostra foto l’obiettivo è sempre quello di immortalare il momento.

Per catture l’attimo al giorno d’oggi abbiamo a disposizione diversi strumenti per farlo, ognuno con i pro e contro.

Catturarlo con lo Smartphone

Forse la soluzione più semplice in quanto lo abbiamo sempre con noi. Seppure ormai alcuni modelli abbiano raggiunto qualità molto buone se vogliamo “osare” prima o poi entreremo in difficoltà. Infatti tutte le ottiche dei telefonini hanno regolazioni software dell’immagine catturata. Questo fa si che in condizioni non ottimali lo scatto potrebbe esser affetto da granulosità o sfocatura. Inoltre la messa a fuoco non è precisa al millimetro e basta poco per mandare in crisi il software di gestione della luce. Di sicuro per foto di giorno non troveremo grande differenza a prima vista tra uno scatto fatto dal nostro cellulare e uno da una fotocamera. Ovviamente dovrete anche considerare il device su cui andrete a vedere la foto. Se la guardate su un telefonino la foto vi apparirà perfetta, più ingrandiamo lo schermo più vedremo perdita di dettaglio.

Catturare l’attimo in maniera professionale

Scegliere una Reflex per catturare l’attimo rappresenta la soluzione più professionale per rendere unico il nostro scatto. Le Reflex infatti permettono di giocare con molti parametri: apertura diaframmi, gestione dei tempi, messa a fuoco, ecc. Questo fa si che attraverso diversi accorgimenti possiamo catturare l’attimo quasi in ogni situazione. Inoltre una fotocamera Reflex dispone di ottiche fisse o variabili che permettono di gestire al meglio la messa a fuoco. Rispetto a una foto effettuata con un telefonino abbiamo la possibilità di scattare in RAW dove i dettagli aumentano notevolmente. Giusto per darvi un’esempio un file JPG scattato da un cellulare occupa circa 3 Mega, la stessa foto scattata in RAW dalla nostra Reflex ne occupa circa 18.

Unico neo di una Reflex è il peso che diventa un fardello se dobbiamo portacela in giro in montagna, al mare o visitando una città d’arte.

Catturare l’attimo in viaggio

Ecco che per catturare l’attimo quando siamo in giro ci vengono in contro le mirrorless, fotocamere compatte ad ottica variabile che permettono in poco più di 300gr incorporare le caratteristiche di una Reflex. Uno dei vantaggi delle mirrorless è anche la possibilità di cambiare l’ottica che le rende un forte avversario rispetto alle Reflex.

Il Cellulare

Reflex

Mirrorless