Sicurezza Minima GDPR PC Aziendale

La legge sulla privacy GDPR prevede delle misure minime di sicurezza per la tutela dei dati raccolti sul nostro PC Aziendale.

Ovviamente la premessa per potere gestire in sicurezza i dati di un cliente dovremo almeno fargli firmare l’informativa Privacy dobbiamo predisporre il nostro PC affinchè garantisca la sicurezza dei dati che ci sono archiviati.

Cosa dice la legge?

L’acronimo GDPR significa General Data Protection Regulation ed ha sostituito il precedente regolamento sulla privacy.

In questo documento sono descritte una serie di regole che stabiliscono la corretta gestione e la sicurezza dei dati personali.

Il regolamento Privacy ha vigore non solo in tutta la comunità europea, bensì sarà applicata anche a persone giuridiche (partite iva) che hanno a che fare con organizzazioni europee, come ad esempio San Marino e Svizzera.

La grande novità del GDPR unifica il trattamento dei dati sensibili a quelli “normali”, cioè il nome, il cognome, la mail. Qualsiasi azienda che abbia un database di clienti e/o fornitori, è obbligata a rispettare il GDPR.

Sicurezza Minima PC Aziendale

La parola d’ordine è sicurezza dei dati, ovvero dobbiamo mettere in sicurezza tutti i dati che raccogliamo seguendo semplici regole.

Password Complessa

Per prima cosa dobbiamo dotare il nostro PC di una password complessa ed evitare di renderla pubblica (ad esempio attaccandola sul monitor del PC). Un ottimo programma da utilizzare è Keepass per memorizzare tutte le vostre password in sicurezza.

Backup Dati

Deve essere garantita la sicurezza dei dati e in caso di data breach che i dati siano ripristinati, per questo è consigliabile avere un backup su un dispositivo esterno, sia esso un NAS o un servizio cloud.

Antivirus

Sebbene i rischi di compromissione del nostro PC siano molteplici, la prima cosa da fare è dotarsi di un Antivirus.  Il mercato offre diversi prodotti sia Freeware che a pagametno. Sicuramente se vogliamo rimanere sui più conosciuti direi Norton e Kaspersky tra quelli a pagamento e Avast e AVG tra quelli che dispongono di versioni Free.

Buonsenso

Questo può sembrare un consiglio “banale” ma spesso aiuta a prevenire danni al nostro PC, ad esempio:

  • prestiamo attenzione alle mail che riceviamo e prima di compiere qualsiasi azione chiederci se siamo certi che la mail che abbiamo ricevuto o il sito che andremo a visitare è “affidabile”. Certo è un metodo empirico ma può essere un punto di partenza per evitare brutte sorprese. Ad esempio io consiglio sempre in caso di mail dubbia di rispondere alla mail chiedendo informazioni circa la mail ricevuta. Se si tratta di SPAM/Malware difficilmente avremo una risposta sensata
  • Quando navighiamo sul web verifichiamo sempre i siti che andiamo a visitare e la loro attendibilità. Ricordate che i primi siti spesso non sono ricerche “naturali” ma sono ricerche a pagamento e quindi potrebbero portarci verso siti 
  • Evitare di condividere il proprio account con altri utenti in quanto diventerebbe di difficile gestione la regolamentazione dell’accesso ai dati. Soluzione migliore pur utilizzando lo stesso PC è di creare due account differenti.

 

 

Related posts