Fammi una fotografia

Quante volte ci siamo sentiti dire “fammi una fotografia” spesso per immortalare un momento particolare e fermare l’attimo da mantenere nei nostri ricordi.

Dietro il “Fammi una fotografia” c’è la voglia di apparire radiosi e belli più che mai, ma poi il risultato come sarà? Spesso ci troviamo di fronte a quelle che sono aspettative alte (una foto simile vista su Instagram) e che non è facile ritrovare nella nostra foto.

Nel caso poi la richiesta “fammi una fotografia” sia stata fatta da una donna o peggio ancora da una fidanzata subentra l’ansia da prestazione per ottenere il miglior risultato possibile. Anche perchè la foto sbagliata può compromettere un rapporto 🙂

Errori da evitare

Gli errori da evitare per ottenere una buona fotografia sono:

  • Foto Controluce: spesso di fronte all’affermazione guarda che bel paesaggio ci troviamo il sole proprio dietro al soggetto che vogliamo fotografare. A meno che la nostra dotazione oltre a una buona reflex  comprenda anche fari molto potenti dobbiamo “avere il coraggio” di dire NO, oppure nel peggiore dei casi di trovare il giusto compromesso per fare una bella foto ma sfruttando la luce a nostro favore
  • Non Valutare lo sfondo: se vogliamo enfatizzare il soggetto la soluzione migliore è avere uno sfondo neutro e che non attiri l’attenzione altrimenti il nostro occhio tenderà a trascurare il “soggetto”
  • Non rispettare la regola dei terzi: una bella foto deve rispettare la regola dei terzi, ovvero il soggetto deve trovarsi in uno dei “punti di attenzione” del nostro occhio. Già solo rispettando questa regola il risultato migliora di molto.

Nessuno nasce modella/o

Mai frase è più vera, infatti sono poche le persone che davanti a un obiettivo si comportano con naturalezza.

Spesso come fotografo di matrimoni mi è capitato di trovarmi di fronte  soggetti dai bellissimi lineamenti ma che di fronte a un obiettivo andavano a contrarre i lineamenti del volto in maniera innaturale.

Per risolvere il problema una buona soluzione può essere quella di “scattare a tradimento” ovvero far parlare il soggetto da fotografare e nel momento in cui meno se lo aspetta scattare.

Altra soluzione ma molto meno economica della prima è utilizzare un Teleobiettivo che permette di scattare foto da maggiore distanza togliendo al soggetto fotografato l’ansia da CLIC.

Consigli Utili

Per scattare una buona foto serve valutare tutti i parametri e le interferenze che possono essere presenti e che possono turbare la buona riuscita della nostra foto quali:

  • analizzare il soggetto che stiamo fotografando e gli abiti che indossa. Un abito molto colorato metterà in risalto sicuramente il soggetto ma potrebbe togliere l’attenzione dal volto del soggetto. 
  • scegliere la cartolina giusta dove incorniciare il nostro soggetto
  • mantenere il “mirino” della macchina fotografica puntato verso l’ombelico così che vengano rispettate le corrette proporzioni
  • cercare di avere la “mano ferma” (magari cercando un appoggio se stiamo usando un Teleobiettivo)
  • evitare soggetti sullo sfondo che potrebbero disturbare la fotografia
  • cercare di rubare l’attimo
Available for Amazon Prime