Così Excel Power Query rivoluziona il mondo delle tabelle Pivot.

Le tabelle pivot sono morte? Lunga vita a Power Query di Excel!

Perché Excel è importante per te o la tua Azienda

Excel è l’applicazione per fogli di calcolo più utilizzata al mondo.

Come forse saprai si tratta di uno strumento ideale per l’analisi dei dati che può anche essere utilizzato anche per scrivere programmi semplici o creare grafici di base.

Questo articolo si concentra su alcuni dei modi migliori per utilizzare Excel per la tua azienda.

Questi suggerimenti ti aiuteranno a risparmiare tempo, ottenere informazioni migliori sui tuoi dati e risparmiare denaro in analisi e consulenze.

L’importanza delle tabelle Pivot su Excel

I vantaggi dell’utilizzo di Excel sono evidenti quando si tratta di analisi dei dati ed in questo lo strumento “tabelle pivot” può certamente fare una grossa differenza.

Le tabelle pivot sono un potente strumento per l’analisi dei dati. Vengono utilizzate per riepilogare, organizzare e gestire grandi quantità di dati in modo da poter identificare modelli, fare previsioni o rispondere a domande.

Il primo vantaggio dell’utilizzo di Pivots è che Excel offre un’ampia varietà di funzioni che ti consentono di fare di più con lo stesso set di dati aiutandoti a gestirli in modi che non avresti mai pensato prima.

Un esempio? Usando correttamente i pivot puoi confrontare diversi set di dati calcolando statistiche come medie, deviazioni standard, correlazioni e altro.

Ma non si tratta solo di calcolare, la ciliegina sulla torta sta infatti sulla capacità delle tabelle Pivot di restituire i dati.

Di base semplificano la visualizzazione in modi diversi senza dover passare da report a documenti.

Ciò rende più facile per le persone che non hanno familiarità con le informazioni visualizzare e comprendere i modelli chiave all’interno dei dati senza dover fare affidamento su strumenti separati per l’analisi o la visualizzazione.

Una volta compresa l’importanza delle tabelle Pivot, diventerà molto più facile analizzare i dati e prendere decisioni importanti.

Ed è esattamente qui che Excel ha fatto un enorme passo avanti.

Power Query: cosa è e come si attiva

Power Query è un potente strumento che Excel ricco di funzionalità che fornisce per la manipolazione, la pulizia e l’analisi dei dati.

Non a caso viene anche chiamato la “nuova generazione di tabelle pivot”.

Si tratta di un vero e proprio strumento di business intelligence facile da usare che non richiede all’utente d’imparare alcun codice specifico.

La funzione è stata resa disponibile come componente aggiuntivo gratuito in Excel 2010 e 2013. Dal 2016 in poi è stata completamente integrata in Excel.

Come attivare power query excel

I passaggi seguenti illustrano come attivare Power Query in Excel:

Vai su File > Opzioni > Componenti aggiuntivi > Componenti aggiuntivi COM e assicurati di selezionare la casella accanto a “Microsoft Power Query”.

Power Query VS Il grande problema dell’elaborazione dei dati

Qualsiasi modellazione dei dati è una tantum e non ripetibile.

Quando si usa Power Query, gli utenti definiscono un processo ripetibile che può essere facilmente riutilizzato per ottenere dati aggiornati e nel caso in cui sia necessario modificare il processo o la query ci si troverà in grado di utilizzare la stessa esperienza interattiva e intuitiva usata quando si è definita la query per la prima volta

Le query di Power Query possono essere aggiornate manualmente o sfruttando le capacità di aggiornamento programmato in prodotti specifici (come Power BI) o anche programmaticamente (utilizzando il modello a oggetti di Excel).

Poiché Power Query fornisce la connettività a centinaia di fonti di dati e oltre 350 tipi diversi di trasformazioni di dati per ciascuna di queste fonti, è possibile lavorare con i dati da qualsiasi fonte e in qualsiasi forma.

Cosa può fare Power Query? Un esempio pratico

Per capire quanto interessante possa rivelarsi l’utilizzo di questo strumento riprendiamo ora un esempio citato sul corso di Excel Online del sito excelpertutti.com

Immagina di ricevere mensilmente dal tuo gestionale un rapporto sulle vendite in un file di testo ingarbugliato.

Ogni mese dovrai andare nella cartella dove il file è caricato, aprire il file e copiare il contenuto in Excel.

Possiamo usare la funzione text to column per dividere i dati in nuove colonne

Il sistema emette solo l’ID del venditore, quindi è necessario aggiungere una nuova colonna ai dati e utilizzare un VLOOKUP per ottenere il venditore associato a ciascun ID.

Dovrai riassumere le vendite per venditore e calcolare la loro commissione.

Dovrai anche collegare il tuo ID prodotto alla categoria del prodotto, ma solo le prime 4 cifre del codice si riferiscono alla categoria pertinente.

Crei un’altra colonna usando la funzione LEFT per ottenere le prime 4 cifre del codice prodotto, poi usi un VLOOKUP su questo per ottenere la categoria del prodotto. Ora puoi riassumere i dati per categoria.

Se hai competenze, questo processo richiede relativamente poco tempo ed è una grande opportunità per contribuire alla ricerca. Tuttavia, può essere frustrante in quanto non ci sono linee guida fisse per svolgerlo ogni volta.

Con Power Query, tutto questo può essere automatizzato fino a un clic del pulsante di aggiornamento su base mensile. Tutto quello che devi fare è creare la query una volta e riutilizzarla, risparmiando un’ora di lavoro ogni mese!

In conclusione

Power Query ha un’interfaccia utente ideale per i principianti. All’inizio può essere travolgente per qualcuno che non lo conosce, ma il menu di aiuto è lì per offrire assistenza quando ne hai bisogno.

Acquisire familiarità con tutte le parti dell’editor e la disposizione delle schede della barra multifunzione è un primo passo essenziale per esplorare Power Query e incorporarlo nel lavoro quotidiano.

Anche se c’è molto da imparare su Power Query, vale la pena di dedicare del tempo all’apprendimento. C’è un enorme potenziale di risparmio di tempo nei compiti ripetitivi di pulizia e formattazione dei dati. È uno degli strumenti più potenti e utili che è stato aggiunto a Excel dopo le tabelle pivot.

Related posts